Anche i giornalisti cominciano a indignarsi sulle falsità che sono costretti a dire sul COVID