TSO PER TUTTI? – Enrico Rossi arrenditi perchè vi verremo a prendere

Messaggio per Rossi dall’ Avv. Massimiliano Musso

L’Avvocato Lillo Massimiliano Musso ci illustra come contrastare questi criminali che vogliono decimare la popolazione.

TSO PER TUTTI

Pubblicato da Lillo Massimiliano Musso su Domenica 5 luglio 2020

Art. del corriere.it

Nuovi contagi e focolai, le ordinanze dei governatori: alberghi sanitari, zone rosse e Tso

Timori per i contagi di chi torna dall’estero. Zaia: potenziare i controlli alle frontiere. Speranza: provvedimenti più severi

Ordinanze, denunce, ipotesi di nuove «zone rosse» sia pur limitate: i governatori corrono ai ripari per fermare l’emergenza legata ai nuovi focolai. E al governo chiedono di potenziare i controlli alle frontiere. Perché gli ultimi casi di contagio sono provocati soprattutto da chi proviene dall’estero, stranieri o italiani che varcano i confini per motivi di lavoro e al ritorno non rispettano l’obbligo di quarantena. Sono una ventina i focolai che provocano allarme, senza contromisure il loro numero potrebbe crescere velocemente.

La nuova emergenza
Dunque si interviene con i poteri che l’ultimo Dpcm firmato l’11 giugno scorso dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha assegnato nuovamente alle Regioni. Imponendo di poter allentare o stringere le misure proprio seguendo l’andamento della curva epidemiologica. Se domani il presidente del Veneto Luca Zaia firmerà un provvedimento per obbligare chi è positivo a rimanere in isolamento non escludendo la possibilità del Tso — il trattamento sanitario obbligatorio che impone il ricovero ai malati più gravi — quello della ToscanaEnrico Rossiha già provveduto. E ha previsto il trasferimento negli «alberghi sanitari» di quegli stranieri che vivono con molte persone e possono trasmettere il coronavirus a familiari e amici. «Oltre la metà di nuovi casi — chiarisce — sono concentrati su gruppi di persone immigrate da Paesi non Schengen e soprattutto originarie dall’Estremo Oriente e dall’America Latina dove il Covid 19 è molto aggressivo».

Farnesina e Asl
Le norme in vigore impongono due settimane di quarantena per chi arriva in Italia da svariati Paesi, ma concedono cinque giorni di tempo senza alcun obbligo a chi lo fa per motivi di lavoro. «La sensazione è che si siano allentati i controlli. È un tema nazionale da affrontare e chiarire», denuncia Rossi sottolineando come «i dipartimenti della prevenzione rilevano una difficoltà a far effettuare e controllare la quarantena». La Farnesina chiarisce che «le verifiche devono essere fatte sul territorio» e così sono moltissime le persone che sfuggono al monitoraggio.

Fonte: Corriere.it

Ogginotizie è l’informazione libera e indipendente dei cittadini, gli articoli pubblicati si sostengono grazie alle vostre offerte.
Puoi scegliere anche tu senza nessun obbligo di sostenerci CLICCANDO QUI oppure ricevere GRATUITAMENTE una notifica via email ogni volta che pubblichiamo un articolo su questo argomento.

Compila i campi qui sotto



RISOLVI PROBLEMI DI CERVICALE

CERCHI LAVORO? LAVORA CON NOI
LA TUA PUBBLICITA’ ALL’INTERNO DEGLI ARTICOLI

1 thought on “TSO PER TUTTI? – Enrico Rossi arrenditi perchè vi verremo a prendere

  1. Anche Salvini sostiene che Zaia sia giusto che adotti misure drastiche e illegali, come il TSO per i positivi. Ma ciò lascia pensare ad un vero complotto contro il popolo, pianificato sia dal governo che dall’opposizione. Se Salvini concorda con Zaia nel contempo è sostenitore anche di Speranza!!!! Visto che il ministro sta valutando di obbligare il TSO a tutti i positivi!!!! E poi sorge un altro dubbio, come mai La Meloni ed i suoi sostenitori nell’ultima manifestazione indossa ancora la mascherina? Ciò non mi sembra una lotta contro il governo e le sue pseudo misure anti contagio. Due sono le soluzioni, o sono stati tutti lobotomizzati dai deepstate o sono tutti complottisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *