Sgarbi: Zangrillo e Bassetti confermano che il virus non esiste più, il governo trema

Featured Video Play Icon

Una commissione di inchiesta per aver terrorizzato gli Italiani e distrutto l’economia di un intera nazione servirà al Conte per prendersi le sue responsabilità. Hanno convinto tantissime persone a mettere la mascherina e proteggersi dagli altri per non infettarsi, neanche se ci fosse la peste, ora queste stesse persone aspettano il vaccino che le salverà. Persone al governo che non sono mai state nel campo come Zangrillo hanno dato delle indicazioni frutto della loro ignoranza e incompetenza terrorizzando un intera nazione per conflitti di interessi su mascherine, vaccini, guanti e chissà quante altre cose nascoste.

TERRORIZZARE IL PAESE E’ QUALCOSA DI CUI QUALCUNO SI DEVE PRENDERE LE SUE RESPONSABILITA’ politica o comitato tecnico scientifico, non importa, ma qualcuno dovrà pagare questa falsa.

Questo sito si mantiene con le donazioni dei lettori, se sei interessato ad aiutarci a dare un informazione libera CLICCA QUI


La nostra è un informazione libera,
Se ti interessa ricevere GRATUITAMENTE una notifica per i nostri articoli pubblicati, inserisci la tua Email
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.


Pubblica la tua azienda in mezzo alle notizie,
Se sei titolare di un’azienda e sei interessato a promuoverla in questo portale, registrati su Agenzia Imprese

1 thought on “Sgarbi: Zangrillo e Bassetti confermano che il virus non esiste più, il governo trema

  1. Perché date spazio a questo infame di Sgarbi che ha fatto censurare molti canali liberi youtube, impedendo la libera circolazione di informazioni importanti che il popolo ha diritto di sapere? Credete ancora in questo cialtrone e alla sua buona fede? Non il popolo ma solo se stesso !!! Pensate che abbiamo bisogno di questo imbecille per sapere che il virus è una truffa che sarebbe dovuta servire per scopi che tutti sappiamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *