Senza pudore e sotto gli occhi di tutta Italia, cambio del PM che indaga su CONTE, con il fedelissimo dell’indagato Palamara

Maria Cristina Rota sostituita dal fedelissimo di palamara

NON SEMBRA DI RIVIVERE GLI ANNI 80/90?

Maria Cristina Rota sostituita dal fedelissimo di Luca Palamara: ad Angelo Antonio Chiappani il suo ufficio

Maria Cristina Rota, il pm che ha sentito il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, lo scorso venerdì, dovrà lascerà il suo ufficio al nuovo procuratore Angelo Antonio Chiappani, nominato dal Csm procuratore di Bergamo. Un magistrato, scrive l’edizione on line del Giornale, che il 29 maggio 2019, quando esplose il caso Palamara, manifestò a quest’ultimo la propria solidarietà. Chiappani, in corsa anche per la poltrona di procuratore di Brescia, è finito nell’inchiesta Palamara mentre intercettato diceva: “Io vorrei fare Roma e magari ci metto Brescia perché dovrebbe essere più semplice Brescia “.

Palamara tra l’altro non doveva invece godere della fiducia della Rota. Lei è diventata procuratore aggiunto di Bergamo con i voti di Area, la corrente delle toghe progressiste e di Magistratura indipendente. L’unica corrente che cercò di sbarrarle la strada fu quella di Palamara, Unicost. Ora la Rota lascia il suo incarico e al suo posto arriva proprio un fedelissimo di Palamara.

Fonte: Libero quotidiano

Ogginotizie è l’informazione libera e indipendente dei cittadini, gli articoli pubblicati si sostengono grazie alle vostre offerte.
Puoi scegliere anche tu senza nessun obbligo di sostenerci CLICCANDO QUI


Se sei interessato a ricevere GRATUITAMENTE una notifica per i nostri articoli pubblicati, inserisci la tua Email
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.


Pubblica la tua azienda in mezzo alle notizie,
Se sei titolare di un’azienda e sei interessato a promuoverla in questo portale, registrati su Agenzia Imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *