Ecco i verbali del CTS resi pubblici (sempre che ci siano tutti)

Dando un’occhiata veloce all’uso della mascherina, mi è sembrato di capire che non è obbligatoria per tutti e in tutte le situazioni. Ma allora le multe prese sono tutte da ritenersi nulle? Consiglio in ogni caso di leggerli tutti, forse qualcosa potrebbe sfuggirmi 🙂 Naturalmente saranno gli organi competenti a valutare i verbali e saranno quest’ultimi a valutarne l’illegittimità, se così fosse.


Art. di dayitalianews.com/

Come promesso, la Fondazione Luigi Einaudi ha pubblicato i verbali del Comitato tecnico-scientifico posti a base della decretazione d’urgenza del Governo nel corso della pandemia, dopo una querelle amministrativa che va avanti dallo scorso aprile, della quale abbiamo dato atto qui nelle scorse ore.

Si tratta in realtà di semplici verbalizzazioni delle misure di contenimento già stabilite dai membri del comitato, i cui nomi vengono elencati in premessa: si tratta di Agostino Miozzo, Fabio Ciciliano, Alberto Zoli, Giuseppe Ippolito, Claudio D’Amario, Franco Locatelli, Alberto Villani, Silvio Brusaferro, Mauro Dionisio, Luca Richeldi, Giuseppe Ruocco, Andrea Urbani, Massimo Antonelli, Roberto Bernabei, Francesco Maraglino, Sergio Iavicoli, Achille Iachino, Giovanni Rezza, Ranieri Guerra, Walter Ricciardi (nella foto), Nicola Sebastiani.

Salta agli occhi la mancanza di numerose pagine; certamente per motivi relativi all’indagine della Procura di Milano tuttora in corso, mancano i riferimenti alla (mancata) istituzione della zona rossa in Val Seriana. Non è dato però sapere perché manchino altre centinaia di pagine, stando alle numerazioni leggibili sui fogli. Per contro si ritrovano espressioni vaghe come: “il Comitato mette in evidenza alcuni aspetti correlati all’andamento della curva epidemica”; aspetti dei quali non si troverà traccia se non tra gli allegati. O si verifica che il Comitato tecnico-scientifico acquisisce i dati epidemiologici forniti dal Ministero della Salute, a proposito dei quali manca però tutta l’analisi che sarebbe necessaria al fine di prendere decisioni ad alto impatto per la vita dei cittadini. Insomma, da un Comitato tecnico-scientifico chiamato ad accompagnare siffatte decisioni, ci si aspetterebbero premesse scientifiche e analisi epidemiologiche ben più dettagliate.

Per contro, si ritrova dovizia di dettagli nella predisposizione di uno schema di giornata tipo proposto ai bambini costretti in casa dalla chiusura delle scuole, poco prima che scattasse il definitivo lockdown, che riportiamo testualmente:

  • Sveglia
  • Bagno
  • Colazione (compreso sparecchiare, mettere in ordine e lavaggio denti)
  • Igiene personale
  • Attività domestiche
  • Attività “scolastiche”
  • Contatto telefonico e/o video con amici e parenti (nonni, zii, cugini)
  • Pranzo (compreso sparecchiare e mettere in ordine)
  • Attività libera (televisione, computer, ecc.)
  • Attività “scolastiche”
  • Merenda (compreso sparecchiare, mettere in ordine e lavaggio denti)
  • Uscita di casa (dal cortile alla spesa)
  • Attività ludico/ricreativa (hobby)
  • Cena (compreso sparecchiare, mettere in ordine e lavaggio denti)
  • Igiene personale
  • A letto (letture e/o favola)

Abbiamo poi analisi di dispositivi di sicurezza e terapeutici proposti all’acquisto, con valutazione della idoneità degli stessi a svolgere le funzioni richieste. Negli allegati, invece, si trova la parte più interessante e corposa dei verbali: a parte le autorizzazioni dell’Agenzia del Farmaco all’avvio di studi su farmaci per il trattamento della sindrome detta Covid-19, ci sono i grafici sui trend dei fenomeni infettivi, le schede tecniche di macchinari per la ventilazione, la cui interpretazione lasciamo ai tecnici e agli esperti di settore. Rileviamo però che tutta la parte più tecnica è mancante nei primi verbali, risalenti al 28 febbraio e all’1 marzo 2020.

Fonte: dayitalianews.com/


Scarica i verbali del CTS

Ogginotizie è l’informazione libera e indipendente dei cittadini, gli articoli pubblicati si sostengono grazie alle vostre offerte.
Se ti piace cosa pubblichiamo, e hai piacere di contribuire al nostro lavoro, puoi scegliere di abbonarti al nostro sito con poco più di un caffè al mese, abbonandoti riceverai ogni giorno gli articoli che pubblichiamo.
CLICCA QUI PER SOSTENERE OGGINOTIZIE

Puoi ricevere in ogni caso i nostri articoli GRATUITAMENTE, compilando questo form


PROBLEMI DI MAL DI SCHIENA ?

CERCHI LAVORO? LAVORA CON NOI
LA TUA PUBBLICITA’ ALL’INTERNO DEGLI ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *