Il Conte ha deciso tutto, anche 159 milioni di presenze in meno nel turismo

Featured Video Play Icon

Servizio di Byoblu24

Molte decisioni assunte dal governo durante la fase più calda dell’emergenza sanitaria non erano state concordate con il Comitato Tecnico Scientifico: il 7 marzo i medici chiedevano di differenziare le aree più colpite (Lombardia e alcune province dell’Emilia Romagna e del Piemonte) dal resto di Italia ma il premier decise il giorno dopo di chiudere indistintamente tutto il Paese. E riguardo la situazione di Nembro e Alzano, nel Bergamasco, il 3 marzo il comitato chiese di istituire lì una zona rossa ma l’indicazione non fu ascoltata.
A commentare tutto ciò è intervenuto su #Byoblu l’opinionista Diego Fusaro.

Giovedì 6 agosto il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e i sindacati hanno firmato il protocollo per la ripresa in sicurezza dell’anno scolastico. I problemi più pressanti sono il distanziamento, le classi sovraffollate, l’uso delle mascherine, gli ingressi scaglionati. In questo senso il protocollo prevede un’ampia autonomia decisionale lasciata alle singole scuole. I presidi però chiedono chiarimenti urgenti per chi non ha spazi per garantire le misure richieste. Proprio sulla scuola vi invitiamo a guardare lo speciale realizzato da #Byoblu sulla riapertura degli istituti in Austria, Slovenia e Croazia.

Siamo in pieno periodo di vacanze ma il quadro che esce dal comparto turistico italiano non è positivo. Le presenze negli alberghi italiani sono crollati del 51%, per il mese di luglio il calo maggiore si registra tra gli stranieri (-76,4%) mentre per gli italiani la diminuzione è del 24,5%. Le strutture turistico ricettive in Italia hanno perso oltre 159 milioni di presenze e le proiezioni sull’intero 2020 dicono che se ne perderanno altri 116 milioni.

Le notizie e le immagini che arrivano dal Libano sono sconvolgenti: diversi quartieri della capitale Beirut sono devastati mentre sale il numero dei morti (oltre 150, bilancio provvisorio) e dei feriti (più di 5mila). Intanto spunta un video della base militare italiana a Beirut colpita in pieno dall’esplosione: vetri in frantumo e struttura seriamente danneggiata.

Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo una notizia su questo argomento?
Ogginotizie è l’informazione libera e indipendente dei cittadini, gli articoli pubblicati si sostengono grazie alle vostre offerte. Se ti piace cosa pubblichiamo e hai piacere di contribuire al nostro lavoro, puoi scegliere di abbonarti al nostro sito con poco più di un caffè al mese, oppure di contribuire con un’offerta a tuo piacere una tantum. Abbonandoti riceverai ogni giorno una notifica degli articoli che pubblichiamo.

CLICCA QUI PER SOSTENERE OGGINOTIZIE


CERCHI LAVORO? LAVORA CON NOI


LA TUA PUBBLICITA’ ALL’INTERNO DEGLI ARTICOLI



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *