Coronavirus – a casa fino al 1° Maggio – fase 2 dal 16 (forse)

BORRELLI a casa fino al 1° Maggio fase 2 dal 16 in poi forse

Coronavirus – Il capo della Protezione Civile, stamattina spiazza le speranze di chi sperava in un ritorno alla normalità dopo Pasqua. In una intervista ad una radio, Borrelli dice “Anche il 1 maggio si dovrà restare a casa”. “Non credo che passerà questa situazione per quella data.

Dovremo stare in casa per molte settimane, continuando ad avere comportamenti rigorosissimi. Il coronavirus cambierà il nostro approccio ai contatti umani e interpersonali, dovremo mantenere le distanze per diverso tempo”. Insomma, anche festa dei lavoratori non sarà da meno e dovremo stare a casa. Borrelli parla della possibile fase ” dell’emergenza. “Se l’andamento non cambia, la data del 16 maggio potrebbe essere quella giusta per iniziarla, dipende tutto dai dati”.

“La situazione ora è stazionaria, dobbiamo vedere quando questa inizia a decrescere. Non vorrei dare delle date, però da qui al 16 maggio potremo aver dati ulteriormente positivi che consigliano di riprendere le attività e cominciare quindi la fase 2″. “Le strutture sanitarie e le terapie intensive si stanno alleggerendo di un carico di lavoro che ogni giorno era molto più forte e comportava sacrifici straordinari per trovare nuovi posti di ricovero e cura. Si tratta di una situazione che ci permette di gestire l’emergenza con minore affanno.

Questo perché sono stati posti in essere comportamenti che assolutamente devono permanere”. “L’ora d’aria per i bambini non è autorizzata, è una misura non ancora operativa, bisogna rispettare le regole di prudenza e stare in casa”.

Fonte: Canale48


REGISTRATI per ricevere gli articoli di questa categoria
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *