Coronavirus – follia e disinformazione, scrive Maria Rita Gismondo

A me sembra una follia. Si è scambiata un’infezione appena più seria di un’influenza per una pandemia letale. Non è così”. A scrivere queste parole sulla sua pagina Facebook è Maria Rita Gismondo, direttore responsabile di Macrobiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenze, il laboratorio dell’Ospedale Sacco di Milano in cui vengono analizzati da giorni i campioni di possibili casi di coronavirus Covid-19 in Italia. “Il nostro laboratorio ha sfornato esami tutta la notte. In continuazione arrivano campioni?, è scritto nel post della direttrice del laboratorio in Lombardia. “Leggete! Non è pandemia! Durante la scorsa settimana la mortalità per influenza è stata di 217 decessi al giorno! Per Coronavirus 1

Vuoi ricevere direttamente sul tuo telefono le ultime notizie? ISCRIVITI

Coronavirus

Il post su Facebook di Maria Rita Gismondo, direttore responsabile di Macrobiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenze, il laboratorio dell’Ospedale Sacco di Milano in cui vengono analizzati da giorni i campioni di possibili casi di coronavirus: “Una follia, si è scambiata un’infezione appena più seria di un’influenza per una pandemia letale”.

CORONA VIRUS : CHI SI DIFENDE SI SALVA.
Per te, e per i tuoi cari, da 0 a 120 anni, le raccomandazioni dello Scienziato Giovanni Puccio :
Come PREVENIRE Raffreddori, e Influenza ?

  • più importante di tutto : bisogna NON essere in STRESS OSSIDATIVO PERMANENTE (test nel sangue di omocisteina, vitamina d, PTH , … leggi QUI:
  • I virus (compreso il corona virus) e i batteri entrano nell’organismo dal canale delle orecchie (scoperta fatta nel 1928,subiuto insabiata dal sistema) (occhi, bocca e naso sono naturalmente protetti dal lisozima, un enzima presente nella saliva e nelle lacrime, che distrugge virus e bstteri), e lì si accasano e proliferano per qualche tempo, per poi diffondersi in tutto il corpo, quindi:
  • non portate le mani a capelli e orecchie quando siete in luoghi pubblici e avete toccato oggetti toccati da altri.
  • L’acqua ossigenata (perossido di idrogeno al 3%) distrugge virus e batteri (compreso il corona virus): mettete un batuffolo di cotone inumidito di acqua ossigenata in ciascun orecchio.
  • la mascherina non serve per prevenire, ma solo a chi è già infetto per non spargere il contagio.
  • AI PRIMI SINTOMI mettete alcune (ne possono bastare 3) gocce di acqua ossigenata e lasciatele dieci minuti, prima in un orecchio e poi nell’altro.
    Gli effetti si possono avere entro le 24 ore.
    Funziona anche per l’otite.
  • Il virus dell’influenza (compreso il corona virus) può essere pericoloso se risulti in stress ossidativo PERMANENTE.
    Per scoprirlo, devi fare il test dello Stress ossidativo.
    Il TEST dello STRESS OSSIDATIVO (raccomandato dallo Scienziato Giovanni Puccio), ci rivela se il nostro Sistema Immunitario è in grado di proteggerci da virus e batteri, dai carcinogeni, dai veleni, etc. etc.
    Il test consiste nell’
    esame nel sangue di :
  • omocisteina (>3, <15 ),
  • vitamina d (>30, <100),
  • paratormone (PTH)(>12, <88),

    Perché questi tre elementi ?
  • L’aumento dell’ OMOCISTEINA indica che stanno saltando le riserve del glutatione (antiossidante naturale presente in ogni cellula), che con la vitamina c neutralizza i veleni che arrivano all’organismo.
    L’ omocisteina alta
    (> 15 negli adulti, > 10 nei bambini da 0 a 10 anni) fa capire che il sistema che ci protegge è in crisi, e quindi lo si deve aiutare.
  • La VITAMINA D tampona tanti inquinanti che si trovano nell’aria e nei cibi. La vitamina D bassa (< 30) ci dice se il sistema biochimico sta andando “in tilt”.
  • Il PTH ci fa capire se il nostro organismo è in acidosi : se l’ organismo è in acidosi il PTH aumenta per tamponare il ph acido con il calcio, togliendolo dalle ossa
    Se almeno uno di questi tre indicatori (ma soprattuttlo la Omocisteina) è fuori dai limiti, bisogna farlo rientrare, nel giro di 60 giorni, assumendo opportuni integratori.
    Se ti sembra che il tuo medico di base faccia resistenza, rai le analisi in un laboratorio privato (non serve la prescrizione, costa poche decine di euro, e ci metti meno tempo). Per avere le giuste indicazioni sugli integratori scrivi alla Associazione Emmanuele Ars (una equipe di Ricercatori con la consulenza e supervisione di Giovanni Puccio) :
    emmanuele.ars@hotmail.it
    indicando i valori dei tre elementi esaminati, insieme ad una breve auto-anamnesi (storia delle tue patologie, unitamente agli esiti di eventuali esami significativi).
    Ti risponderanno GRATUITAMENTE entro pochi giorni, e ti diranno se va eseguito anche l’ esame dell’
  • acido tiodiglicolico nelle urine (~).
    Perché ?
  • L’ ACIDO TIODIGLICOLICO nelle urine ci fa capire se il sistema tampone funziona. Esso rappresenta la neutralizzazione dei veleni da parte della Cisteina e del Glutatione (parte riducente del sistema biochimico redox).
  • Dall’ esito di questo esame si può capire se siete in stress ossidativo PERMANENTE.
    (~) Per fare l’ esame dell’ acido tiodiglicolico nell’ urna (pochi laboratori in Italia lo fanno) ti daranno le istruzioni su come eseguire l’ esame.
    La vitamina d (l’ 80% della popolazione risulta carente), sia che risulti sufficiente, sia insufficiente, va in ogni caso integrata OGNI GIORNO, o con l’ esposizione al sole senza filtri (10÷20 minuti, fino al rossore, ma senza bruciarsi !), e/o con opportuni integratori.
    Il test della prevenzione biochimica va ripetuto regolarmente ogni sei mesi.”

Vuoi ricevere direttamente sul tuo telefono le ultime notizie? ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *