CONTE rischia l’ERGASTOLO: le denunce di 6 avvocati e il monito del presidente della consulta!!

Featured Video Play Icon

Ma non solo il CONTE, chi dovrà pagare il conto saranno tutti i ministri complici di questa rovina a cominciare dal ministro della sanità SPERANZA che solo il nome è tutto un programma.

conte indagato per strage e attentato alla costituzione

Il premier Conte indagato a Trento: fissata l’udienza per oggi 17 novembre

Farà ingresso a capo chino Giuseppe Conte, oggi martedì 17 novembre, al Palazzo di Giustizia di Trento. Lo attenderà la giudice per le indagini preliminari Claudia Miori, chiamata a decidere se mandarlo a processo o no per tutto quello che il premier ha combinato tra pandemia e lockdown.

Il presidente del Consiglio è infatti formalmente indagato per attentato alla Costituzione (articolo 283 del codice penale), abuso d’ufficio (art. 323) e violenza privata (610). Nella nostra città quindi sapremo se il premier andrà a processo per aver tenuto in ostaggio il popolo italiano. Il premier è stato denunciato da migliaia di persone in tutta Italia, per questo l’eventuale decisione dei giudici di Trento potrebbe avere una reazione a catena importante per Conte.

La decisione sarà presa a Trento perché è lì che la Procura della Repubblica si è mossa prima delle altre. Da tutta Italia, su iniziativa dell’avvocato Edoardo Polacco di Roma, sono piovute in ogni Procura migliaia di denunce contro la scriteriata gestione governativa della pandemia.

E anche se quella di Trento, con la pm Liverani, a giugno ha proposto l’archiviazione, la Gip Claudia Miori vuole vederci chiaro e ha fissato la Camera di Consiglio per la decisione se andare a processo o meno. In altri tribunali si stanno esaminando le denunce, altri le stanno già trasmettendo al Tribunale dei ministri, vedremo che succederà a Trento.

Nell’atto firmato dalla giudice Miori si fa riferimento anche all’opposizione dello studio Polacco alla richiesta del pm di archiviare la denuncia depositata per conto del signor Mariano Margonari.

“Finalmente – dice Polacco – il governo ed il presidente del consiglio dovranno spiegare ai giudici la repressione delle libertà costituzionali per il popolo italiano attraverso i decreti del presidente del consiglio dei ministri”.

Fonte: lavocedeltrentino.it

Vuoi ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo su questi argomenti?

CLICCA QUI PER SOSTENERE OGGINOTIZIE

Ogginotizie è l’informazione libera e indipendente dei cittadini, gli articoli pubblicati si sostengono grazie alle vostre pubblicità o offerte. Se ti piace cosa pubblichiamo e hai piacere di contribuire al nostro lavoro, puoi abbonarti al nostro sito con poco più di un caffè al mese oppure con un’offerta a tuo piacere una tantum.

CLICCA QUI PER PUBBLICIZZARE LA TUA ATTIVITA’

Se invece hai un attività, puoi scegliere di pubblicizzarla all’interno degli articoli che pubblichiamo ogni giorno. 
In tutti e due i casi riceverai ogni giorno una notifica degli articoli che pubblichiamo. Il tuo contributo ci permetterà di dare ogni giorno un’informazione alternativa a quella unica di regime.