Beda M. Stadler: coronavirus – cosa accadrà ora!

Beda M. Stadler: coronavirus - cosa accadrà ora!

Chi è Beda M. Stadler
Ha studiato biologia a Berna e ha conseguito il dottorato in biologia molecolare. Ha trascorso due anni negli Stati Uniti. Dopo il ritorno in Svizzera, ha lavorato presso l’Università di Berna ed è diventato professore di immunologia nel 1991.
Stadler effettuata la ricerca di base nel campo della allergologia e autoimmunità e ricerca applicata per la produzione di umani o artificiali ricombinanti anticorpi e vaccini per la terapia .
È diventato noto in pubblico come partecipante alla discussione e soprattutto con le sue colonne viziose , in cui prende posizione principalmente su questioni mediche, sanitarie e socio-politiche – come la medicina alternativa (contro), l’ingegneria genetica (pro) e la vaccinazione (contro critica). Le sue tesi provocatorie, spesso ironicamente indicate nella formulazione del titolo – legalizza il doping , i consumatori vogliono cibo genetico o le donne non sono divertenti – suscitano approvazione e opposizione da parte dei lettori. Un autore dell’osservatore lo ha definito nel 2009 “il professore più controverso della Svizzera”.
Dal 2005 al 2008 è stato editorialista per NZZ am Sonntag ; ha scritto anche per la Berner Zeitung ed è autore del blog Axis des Guten .
Oltre alle sue pubblicazioni scientifiche e alle colonne sui giornali, Stadler ha pubblicato un libro di cucina sugli OGM nel 2001 . Tra l’altro, è membro del comitato consultivo della Fondazione Giordano Bruno, critica nei confronti della religione e, dal 2020, dell’Hans Albert Institute.

Che cosa accadrà ora?

Il virus è andato via per ora. Probabilmente tornerà in inverno, ma come un semplice raffreddore. Le persone giovani e in salute che indossano la maschera, farebbero bene a mettersi un elmetto, poiché il rischio di morire per qualcosa che cade sulla loro testa è maggiore del rischio di morire da Covid 19.

Vi suggerisco di leggere il lavoro di John P A Ioannidis, nel quale descrive la situazione globale sul Covid 19. Le persone al di sotto dei 65 anni sono lo 0.6- 2.6 % di tutti i casi fatali di Covid 19. Il lockdown è una strategia inutile. Dobbiamo solo proteggere le persone anziane e con patologie.

Per tornare alla normalità, sarebbe buono che molti “iettatori” chiedessero scusa ai cittadini. Lo stesso dovrebbero fare i media che hanno mostrato video allarmanti, come quelli degli ospedali italiani, che illustravano una situazione che non è mai esistita. Lo stesso dovrebbero fare i politici, che chiedono “test-test-test” senza nemmeno sapere che cosa i test misurano. E spingono per per un App che non funzionerà mai e mi dirà che una persona vicino a me è positiva, anche se non è contagiosa!

Fonte: braininlabor.com

Vuoi ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo su questi argomenti?

CLICCA QUI PER SOSTENERE OGGINOTIZIE
Ogginotizie è l’informazione libera e indipendente dei cittadini, gli articoli pubblicati si sostengono grazie alle vostre pubblicità o offerte. Se ti piace cosa pubblichiamo e hai piacere di contribuire al nostro lavoro, puoi abbonarti al nostro sito con poco più di un caffè al mese oppure con un’offerta a tuo piacere una tantum.

Se invece hai un attività, puoi scegliere di pubblicizzarla all’interno degli articoli che pubblichiamo ogni giorno. 
In tutti e due i casi riceverai ogni giorno una notifica degli articoli che pubblichiamo, questo ci permetterà di dare ogni giorno un’informazione alternativa a quella unica di regime.
CLICCA QUI PER PUBBLICIZZARE LA TUA ATTIVITA’