4 MILIONI di euro buttati al vento o per meglio dire nelle case farmaceutiche – gli Italiani non si fanno prendere in giro

flop app immuni e test sierologici

Su 150.000 test ne sono stati fatti meno della metà, su 60 milioni di Italiani hanno scaricato l’app “a dire loro 2,5 milioni di Italiani”
Cha nesciun è fess, casi di persone che sono state messe agli arresti domiciliari per essere stati in contatto con persone “a dire dall’app” positive al covid, oppure messe in quarantena per essere stati positivi al test, precisiamo: persone che stanno tutt’ora benissimo.

I temi trattati dal servizio di Byoblu24

Il Supervisore per la protezione dei dati europeo ha lanciato un allarme: Microsoft controlla tutti i dati interni all’Unione europea. Questo grazie ad un accordo del 2018 con l’azienda americana. In ballo ci sono migliaia di dati sensibili che potrebbero essere diffusi senza alcun consenso in tutto il mondo.

Scadranno tra pochi giorni e dovranno quindi essere buttati i reagenti per effettuare i test sierologici su un campione di 150mila persone, test a cui però hanno risposto meno della metà. Si tratta dell’indagine sierologica promossa dal ministero della Salute ma che pare essersi rivelata un flop.

Quello che si ipotizza è che il 17 agosto, al termine del blocco imposto dal decreto rilancio, si aprano le condizioni per un boom dei licenziamenti da parte delle aziende; è quanto prevede il Centro studi di Unimpresa.

RM Agency

E mentre in questi giorni, Governo e presidenti di Regione invocano controlli a tappeto e sanzioni più severe per chi non rispetta le misure di distanziamento sociale e di protezione, fino a parlare di TSO, vi mostriamo le riprese in un evento organizzato nella masseria di proprietà della famiglia Vespa, dove sono stati ripresi tutti gli invitati, anche Luca Zaia e Michele Emiliano, privi di dispositivi di protezione, come mascherine.

Quando sentiamo parlare di peste pensiamo a quella di Atene o del medioevo. Eppure esiste ancora. Due casi si sono registrati in Mongolia. E La comunità scientifica si è subito allertata.

Stiamo cercando di divulgare queste informazioni a più persone possibili, la nostra è un informazione libera e indipendente al servizio dei cittadini, gli articoli pubblicati si sostengono grazie alle vostre offerte.
Se vuoi puoi scegliere anche tu senza nessun obbligo di sostenerci CLICCANDO QUI oppure ricevere GRATUITAMENTE una notifica via email ogni volta che pubblichiamo un articolo su questo argomento.

Compila i campi qui sotto



RISOLVI PROBLEMI DI CERVICALE

CERCHI LAVORO? LAVORA CON NOI
LA TUA PUBBLICITA’ ALL’INTERNO DEGLI ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *